STORIA

Una storia, una tradizione… Famiglia Massolin dal 1966

Sergio Massolin inizia a lavorare nel mondo della ristorazione già negli anni ’50, partecipando all’apertura del Ristorante da Brotto a Cornuda, dove conosce e dopo qualche anno sposa Pina.

Nel 1966 Sergio e Pina decidono di lasciare il Ristorante da Brotto per condurre la Locanda alla Posta a Cornuda. Dopo la nascita dei tre figli Daniela, Leopoldo e Raffaela, decidono di trasferire il ristorante a Ponzano Veneto, chiamandolo Trattoria da Sergio. La cucina di Sergio e Pina ha subito successo e la sua popolarità si espande in poco tempo fino alla vicina città di Treviso. Sergio inventa nel 1966 il piatto di carne cruda, in seguito battezzato da Arrigo Cipriani carpaccio, che diventa una delle specialità del locale. La trattoria è spesso frequentata dalla famiglia Benetton, che contribuisce ad accrescerne la sua notorietà: negli anni ’80 tra la sua clientela ci sono anche politici ed industriali: Armani, Agnelli, De Longhi, Danieli, Tognana, Tonino, Comunello e molti altri.
Il figlio secondo genito Leopoldo, chiamato da tutti semplicemente Leo, cresce in cucina ma la sua principale passione è lo sport, ed in particolare per la formula 1. Diventa tifoso della Benetton ed inizia a gareggiare in Kart. Frequentando le gare, conosce piloti come Senna, Alboreto, Piquet, La Fitte, Sullyvan, Cheever, jacki X, che diventano anche frequentatori della trattoria contribuendo ad attribuirgli l’appellativo di “Piccolo Hilton”.
Nel 2009 Leo, dopo la morte del padre Sergio decide, insieme alla moglie Ana, dedicarsi interamente all’attività di famiglia secondo i principi del fondatore Sergio.
Il loro sogno, oggi pienamente realizzato, è di proporre una cucina profondamente radicata nel territorio, e molto attenta alla qualità delle materie prime. Un’accoglienza cordiale diventa uno stile che contraddistingue il locale.
In cucina, a Pina si affianca il cuoco Enrico Franzoi, grazie al quale si crea un connubio perfetto tra traduzione e modernità.

DICONO DI NOI